Fotovoltaico

Cos'è un impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica. L’elemento baseè una cella fotovoltaica, un dispositivo costituito da materiale semiconduttore (spesso in silicio) che, colpito dalla radiazione solare, libera elettroni in grado di generare una corrente elettrica.
Maggiore quindi è la radiazione solare, maggiore sarà la produzione di energia elettrica.

Le caratteristiche tecniche

Un modulo (o pannello) fotovoltaico, composto da più celle fotovoltaiche è classificato in base alla potenza massima erogabile (Wp-Watt di picco). Generalmente un modulo commerciale fornisce da 180 a 250 Wp ed ha dimensioni di circa 1,6 mq. Esistono diversi tipi di moduli, spesso distinti in base al materiale della cella fotovoltaica: silicio monocristallino, policristallino, amorfo, che si differenziano principalmente per efficienza, costi e aspetto estetico. Il silicio amorfo, in particolare, anche se presenta efficienze minori permette, a parità di costi, una produzione annuale di energia simile ai moduli in silicio cristallino, ma ha il vantaggio di avere perdite di rendimento molto ridotte. Per installare 1 KWp di potenza elettrica con pannelli di silicio cristallino si ha bisogno di una superficie di 8 mq; mentre con pannelli di silicio amorfo sono necessari circa 15- 20 mq. efficienza, garantita dai produttori di pannelli è di 20 - 25 anni, altri componenti (es. inverter) sono solitamente garantiti per 5 - 10 anni.

Gli impianti

Per poter accedere ai benefici i del “Conto Energia” è necessario che l’impianto sia connesso alla rete elettrica. Esso è composto da 3 elementi fondamentali:
• I moduli fotovoltaici, assemblati in serie in numero variabile in base alla potenza dell’impianto;
• Il gruppo di conversione, costituito dagli inverter;
• Il contatore di energia, fornito dal gestore di rete dove viene misurata l’energia prodotta e incentivata e, nel caso di “scambio sul posto” anche la misura dell’energia consumata.

L’installazione

Un impianto fotovoltaico può essere realizzato su edificio abitazione privata o capannone, sia su superfici piane che inclinate. Può essere complanare alla copertura o fissato su strutture apposite per ottimizzare l’esposizione sia su tetto che a terra. Attraverso la connessione alla rete elettrica è possibile cedere l’energia prodotta e non consumata dall’utenza. Nelle ore di buio o di scarsa insolazione si preleva invece dalla rete il proprio fabbisogno di energia. Alla fine dell’anno la bolletta elettrica sarà quindi pari alla differenza tra l’energia consumata e l’energia immessa in rete. Tale condizione contrattuale si chiama “scambio sul posto” e consente di arrivare ad un calo della spesa in bolletta fino all’85% in un anno.

La produzione di energia e i ricavi

Un impianto fotovoltaico installato nel Nord Italia produce mediamente 1150 KWh ogni KWp installato all’anno. Ciò permette di dimensionare l’impianto per coprire buona parte dei consumi siano essi di abitazione privata o di un’azienda. Chi realizzerà un impianto fotovoltaico avrà un immediato duplice vantaggio: • Già dal primo mese dalla messa in esercizio dell’impianto risparmierà il costo della bolletta relativa all’energia prodotta e non prelevata dalla rete; • L’incentivo statale (calcolato in base alla tariffa riconosciuta e all’energia prodotta) coprirà la rata del finanziamento richiesto per la realizzazione dell’opera.

Gli aspetti e i vantaggi ambiantali

L’utilizzo di energia da fonti rinnovabili come il fotovoltaico consente di evitare l’immissione in atmosfera di sostanze inquinanti di anidride carbonica. Considerando ad esempio il fabbisogno medio di una famiglia di 4 persone, in un’abitazione ove si consumano in un anno 3.000 KW, si riduce, con un impianto fotovoltaico il 75% del consumo annuale di energia elettrica prodotta da fonte convenzionale e di conseguenza le emissioni di CO2.


Occorre sapere

• Superficie necessaria per l’installazione: circa 8 mq per KWp se impianto complanare al coperto, circa 19 se su strutture non complanari
• Qualità dei pannelli e degli inverter: bisogna valutare sempre il rapporto qualità/prezzo, spesso pannelli di qualità maggiore offrono rese e garanzie maggiori
• Durata dell’impianto: i pannelli sono garantiti per 25 anni, ma possono lavorare per periodi anche più lunghi
• Durata del contributo statale: per incentivare l’installazione di impianti FV lo stato per il suo ammortamento garantisce un contributo per ogni KWh prodotto per un periodo di 20 anni
• Costi di manutenzione: molto bassi (circa 1% del valore dell’impianto)
• Resistenza agli agenti atmosferici: i pannelli sono protetti dalla grandine con vetri temperati (chicchi fino a 2 cm). Si consiglia comunque una copertura assicurativa
• Strutture di sostegno: sono in alluminio o acciaio zincato con viterie in acciaio certificate
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=32
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=33
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=18
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=19
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=20
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=21
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=22
/index.cfm?page=Gallery&IdCatGallery=1&IdSchedaGal=23
I nostri Partner
BLB GroupWorld Saving Energy sarl
73, Angle Av.Oqba et Rue Sebou,
4°Etage, Berau N°16, Agdal - Rabat 
tel/fax :+212  (0)5376 83786
info@blbgroup.ma
World Saving Energy SA
Strada Armeneasca 44/2
Etajul 3
Chiscinau (Moldova)
Tel : 00373009986
Fax : 00373009986
info@blbgroup.ma
© Copyright 2013 by BLB Group. All rights reserved.